Scegli Airbnb per i tuoi affitti per brevi periodi e godi di una rendita extra

L’idea è stata partorita dalla mente di tre ragazzi californiani, Joe Gebbia, Brian Chesky e Nathan Blecharczyk, per puro caso. Sono in bolletta e non sanno come pagare l’affitto. Allora cosa fanno? Decidono di approfittare di un’importante fiera a San Francisco e mettono in affitto dei materassini gonfiabili nel salotto di casa.

Da questa semplice intuizione è nata la community sugli affitti per brevi periodi che registra dati sorprendenti: fino a oggi sulla piattaforma hanno trovato ospitalità oltre 150 milioni di persone in oltre 65mila città nel mondo.

Ma come funziona Airbnb? Te lo spiega SweetGuest

Airbnb come funziona

Vediamo come funziona Airbnb. Innanzitutto, è una piattaforma che fa da ponte tra i proprietari che hanno appartamenti liberi (o chi semplicemente ha uno spazio in casa in più da offrire) e i turisti che cercano affitti per brevi periodi. I proprietari sono detti host e scelgono di dedicarsi agli affitti brevi per conseguire un guadagno extra. Airbnb come funziona: è un business che dove vincono tutti. Gli host possono monetizzare dagli affitti brevi, mentre i turisti possono viaggiare a prezzi più contenuti, rispetto a quanto spenderebbero per un albergo. Inoltre sono in molti a preferire un alloggio privato per godere di un clima più familiare, con gli host che si rendono disponibili a offrire consigli su dove mangiare, cosa visitare e come divertirsi.

gestione affitti turistici

Come funziona il sito Airbnb

Come funziona Il sito di Airbnb? Semplice. Se sei un host e vuoi guadagnare con gli affitti brevi devi prima registrarti. La procedura di registrazione avviene in diverse fasi: dovrai inizialmente creare un profilo, fornire informazioni su di te (indirizzo, email, numero di telefono) e un documento di riconoscimento valido. Poi potrai scegliere il metodo di pagamento che preferisci e infine inserisci il tuo annuncio, scegliendo tra le opzioni “Casa”, “Appartamento” o “Altro”. Ti sarà chiesto di riportare la disponibilità e di impostare il prezzo. Dopodiché dovrai descrivere i dettagli dell’appartamento (foto, indirizzo, servizi offerti e tutte le info necessarie ai tuoi ospiti).

Ecco tutte le istruzioni passo passo la registrazione e diventare HOST ISTRUZIONI COMPLETE PROPRIETARIO

Se invece sei un turista e cerchi disponibilità di affitti per brevi periodi, allora dovrai registrarti, inserire informazioni su dove vuoi alloggiare e in che periodo. E poi potrai usare alcuni filtri: come quello sul range di prezzo, sui SuperHost (ovvero host esperti che soddisfano dei requisiti di affidabilità elevati-per maggiori informazioni su come diventare SuperHost Airbnb clicca qui). Una volta scelto l’alloggio che più ti è congeniale, potrai prenotare ed effettuare il pagamento con carta di credito e alcune carte debito.

Ecco tutte le istruzioni passo passo per avere un account GUEST  ISTRUZIONI COMPLETE GUEST e sfruttare tutto il potenziale di AIRBNB.

Airbnb come funziona il pagamento

L’interesse per come funziona AirBnb è dimostrato anche dalle ricerche di Google. La ricerca “Come funziona il pagamento su Airbnb” è molto popolare. Il costo della sistemazione che si trova sul sito include anche la commissione che viene riconosciuta al portale. Si tratta di una fee che va dal 6 al 12% e varia sulla base dell’importo totale speso. A questa possono essere aggiunti i costi di eventuali spese di pulizia (sempre se confermate dal proprietario).

Anche per l’host c’è una commissione prevista che è pari al 3%. Il pagamento avviene direttamente sulla piattaforma. Airbnb consente di effettuare la transazione con le principali carte di credito (Visa, MasterCard), con alcune carte di debito, PayPal e Postpay (solo per il mercato italiano).

I soldi, come accade anche su altri siti per affitti brevi, vengono accreditati agli host 24 ore dopo l’orario di check in previsto, per una questione di sicurezza. Airbnb vuole controllare che non ci siano truffe o problemi di altra natura, prima di sbloccare la cifra da destinare al proprietario.

Per maggiori dettagli su come funziona il pagamento su Airbnb CLICCA QUI.

Airbnb come funziona

Come funziona Airbnb tasse

Un altro punto da chiarire è Airbnb come funziona fiscalmente. Dal punto di vista fiscale le locazioni di pochi giorni sono assimilate a qualsiasi reddito d’affitto. Quindi l’host è tenuto a riportare i compensi nella dichiarazioni dei redditi (assoggettandoli all’Irpef) oppure può optare per la cedolare secca al 21%, un regime di tassazione del canone d’affitto che sostituisce l’Irpef e le relative addizionali.

A queste va aggiunta la tassa di soggiorno, per i Comuni nei quali questa misura è prevista. Ha un importo variabile da città in città. Se vuoi sapere di più sull’ammontare della tassa puoi chiedere al tuo SUAR (Roma) o SUAP comunale.

Scegli SweetGuest per la gestione affitti turistici e incrementa i tuoi guadagni del 40%

Airbnb Italia come funziona

In Italia Airbnb ha numeri importanti. Nel 2015 sono 83.300 gli host che hanno aperto le loro case ai turisti. Il loro guadagno medio è stato di 2.300 euro all’anno. Per tutta la durata dell’anno hanno ospitato 3,6 milioni di viaggiatori. I proprietari italiani hanno in media 43 anni e c’è una lieve preferenza delle donne, il 53%. Il 73% riguarda abitazioni intere e solo il 26% stanze private.

Per saperne di più su come funziona Airbnb e diventare un host esperto di affitti brevi, affidati a SweetGuest, il nostro portale che offre tutta una serie di servizi che puntano a darti il massimo della visibilità sulla piattaforma per aumentare la tua popolarità e i tuoi guadagni. Scopri qui i servizi offerti.

E’ disponibile per maggiori chiarimenti IL SITO UFFICIALE AIRBNB