COME GUADAGNARE CON AIRBNB

Scopri come guadagnare con Airbnb grazie al business degli affitti brevi. Affida la gestione affitti turistici a SweetGuest e godi di una rendita extra

Airbnb si è trasformato in una fonte di guadagno per molte famiglie. Chi ha la possibilità di destinare agli affitti brevi un appartamento o una camera, può cogliere l’opportunità di guadagnare con AirBnb un reddito extra.

Per poter trarre vantaggio dal business degli affitti per brevi periodi, tuttavia, devi sapere tutto il possibile su come funziona affittare con Airbnb, quali sono le percentuali sulle commissioni, i trucchi da adottare per aumentare la visibilità del tuo annuncio. SweetGuest ti spiega tutto ciò che devi sapere per guadagnare con Airbnb e diventare uno degli host più richiesti sul portale.

Visibilità annuncio Airbnb

Come funziona affittare con Airbnb

Vediamo come funziona affittare con Airbnb. Innanzitutto, il primo passo da fare se vuoi guadagnare con Airbnb grazie agli affitti brevi è quello di registrarti sul sito. La procedura di registrazione prevede diversi step in cui dovrai fornire dati sensibili come indirizzo email, numero di telefono e anche la copia di un documento. È importante che la piattaforma accerti la tua identità per questioni di sicurezza. Una volta completato il form con tutte le info richieste (tra cui anche quali metodi di pagamento preferisci), potrai inserire i tuoi annunci di affitti per brevi periodi. Completati questi passaggi inziali, puoi iniziare a guadagnare con Airbnb.

Quanto rende Airbnb in Italia

Prima di iniziare a spiegare come guadagnare con Airbnb, cerchiamo di capire di quali cifre stiamo parlando. Secondo alcuni dati riportati dalla rivista Wired, gli host nel nostro Paese sono circa 83.300 (nel 2015) e il business degli affitti brevi per brevi periodi su Airbnb porta a un guadagno medio di 2.300 euro l’anno. Molto poi dipende dalla città in cui affitti. A Firenze si può arrivare anche a 6.300 euro l’anno, a Roma 5.500, a Milano 2.700.

 

Percentuale commissione Airbnb

Airbnb non è un servizio gratuito. Per coprire i costi di gestione del sito, la piattaforma di affitti brevi prende una percentuale del 3% sul prezzo totale. Ogni host può verificare in tempo reale a quanto ammonta la sua percentuale commissione Airbnb. Per farlo la piattaforma ha previsto un’apposita sezione del sito. Se sei iscritto come host puoi navigare all’interno della voce “Cronologia delle Transazioni”, cliccare sul codice di prenotazione che ti interessa e, al di sotto del compenso, potrai visualizzare i costi del servizio del sito degli affitti brevi.

Trucchi Airbnb

Se vuoi guadagnare con Airbnb devi farti furbo. Esistono tutta una serie di “trucchi Airbnb” che puoi utilizzare per aumentare la tua possibilità di successo sui siti per affitti brevi. Quali? Parti dalle foto dell’appartamento che devono mostrare una stanza luminosa e piena di dettagli. Sii ragionevole poi nel prezzo, ricorda che i turisti si recano sulla piattaforma per risparmiare. E poi soprattutto offri loro cordialità e un’esperienza. Passa del tempo con loro a spiegargli come vivere a pieno la città, in quali posti mangiare o divertirsi. Su questo articolo del nostro blog ti spieghiamo quali sono gli altri trucchi da adottare e come diventare SuperHost, una sorta di account premium, riconosciuto da Airbnb agli affittuari migliori della piattaforma.

Visibilità annuncio Airbnb: come aumentarla?

Visibilità annuncio Airbnb

Per guadagnare su Airbnb c’è bisogno che il tuo annuncio sia visibile sul motore di ricerca del sito, su quello che è definito Airbnb ranking algorithm. Ma quali sono i fattori che l’algoritmo tiene in considerazione? Innanzitutto, la qualità dell’annuncio (le foto di alta qualità e descrizioni dettagliate) possono aumentare i clic degli utenti e di conseguenza la visibilità annuncio Airbnb. Poi c’è l’aspetto decisivo dei giudizi e commenti Airbnb: in altre parole, le recensioni degli ospiti. Sia la quantità che la qualità delle recensioni hanno un impatto sui risultati di ricerca.

Altro fattore da tenere in considerazione, se vuoi diventare esperto di affitti brevi, è il tasso di risposta (più rispondi velocemente e più il tuo annuncio salirà nei risultati). E infine onora tutte le prenotazioni che confermi. Se ne cancelli una, avrai un’influenza negativa sui risultati.

Fare tutto questo da solo può essere complesso. Per questo il team di SweetGuest ha ideato dei servizi che ti aiutano a sfruttare le potenzialità del tuo spazio per massimizzarne la visibilità online e creare un profilo Airbnb potenziato e d’appeal. Clicca qui per saperne di più.

Giudizi e commenti Airbnb a 5 stelle? Facile con SweetGuest

Airbnb come funziona il pagamento

Airbnb recensioni ospiti

Le recensioni sono fondamentali per aumentare la visibilità del tuo annuncio e farti guadagnare su Airbnb. Recensioni negative possono farti perdere di credibilità e diminuire il tuo successo sulla piattaforma. Come fare a spingere gli utenti a commentare positivamente? Molto dipende dalla relazione che hai instaurato con l’ospite. Se durante il soggiorno hai stabilito con lui un buon rapporto, puoi sollecitarlo con garbo a lasciare una recensione. Altrimenti, un’alternativa è scrivere tu una recensione sui tuoi ospiti. In automatico partirà una email di remind in cui verrà chiesto di farlo a loro volta.  Se sei stato un proprietario di casa cordiale e attento, vedrai che non avranno nessun problema a ricambiarti il favore.

Airbnb problemi legali

Ci sono molte persone sul web che chiedono se affittare con Airbnb è legale. Alcune città hanno normative limitanti sugli affitti brevi e da anni Airbnb lavora con le autorità locali per offrire un quadro normativo più chiaro. Sul sito della piattaforma esiste una sezione “Ospitare responsabilmente in Italia”, dove vengono fornite una serie di regole dalle procedure di sicurezza, come mettere a disposizione un kit di primo soccorso, fino alle normative fiscali. Contatta il team di SweetGuest che saprà darti tutte le info di cui hai il bisogno per la gestione affitti turistici.